Incontro tra Coordinamento Montebellese e Amministrazione

Incontro tra Coordinamento Montebellese e Amministrazione

Il Coordinamento Montebellese ha incontrato l’amministrazione comunale rappresentata dal Sindaco Ugo Suraci e dagli assessori Billari e Schimizzi.

Incontro tra il Coordinamento Montebellese e l’Amministrazione

Nei giorni scorsi ha avuto luogo, presso il Municipio di Saline Joniche, un incontro tra una delegazione del Coordinamento Montebellese, guidata dal Presidente Fabio Giuseppe Zampaglione; e l’amministrazione comunale rappresentata dal Sindaco Ugo Suraci, l’assessore Carmelo Schimizzi e l’assessore Pasquale Billari.

L’incontro, richiesto dal Coordinamento Montebellese, ha posto l’attenzione su alcuni punti da
trattare. Ossia, l’attivazione della Consulta Comunale e la mancata creazione del palinsesto
delle attività estive.

La Consulta comunale

In merito al primo punto il Presidente del Coordinamento ha chiesto quale fosse la tempistica necessaria per l’attivazione della Consulta Comunale delle Associazioni. Al fine di dare a tutte le realtà associative del territorio, la possibilità di formalizzare e/o regolarizzare la propria richiesta per l’inserimento nell’Albo comunale delle Associazioni. E quindi nella costituente Consulta. L’amministrazione ha riaperto i termini per la presentazione delle domande con termine il 19 luglio 2019. Le domande presentate con regolarità dei requisiti saranno esaminate e successivamente accettate.

La tempistica

In merito alla tempistica per l’attivazione della Consulta delle Associazioni, a dire dell’amministrazione, dopo il 19 luglio vi sarà la fase di valutazione delle richieste
pervenute. Dopodiché il Dirigente preposto redigerà una determina che sarà inviata alla
Giunta per le valutazioni del caso. Dopo il vaglio e l’eventuale approvazione della
Giunta Comunale dell’elenco delle Associazioni aventi i requisiti necessari, sarà stilato e
approvato l’Albo Comunale delle Associazioni. Dopo ciò a questo il Sindaco convocherà la prima seduta della costituente Consulta della Associazione del Comune di Montebello Jonico; dove saranno scelti gli organi di gestione. Solo da quel momento in poi la Consulta sarà nel pieno dei suoi poteri e inizierà la sua attività. In linea di massima tutto si dovrebbe risolvere tra agosto/settembre.

I numeri

Il Sindaco ha ribadito che per l’istituzione della Consulta è necessario un numero congruo di
richieste valide; perciò il Presidente del Coordinamento Montebellese ha sollecitato tutti
gli aderenti al Coordinamento stesso ma anche altre realtà associative presenti nel Comune di
Montebello J. ha formalizzare la richiesta nel modo corretto entro il termine stabilito; al
fine di poter comporre un Albo Comunale delle Associazioni corposo e variegato per dar così
vita alla tanto attesa Consulta Comunale.

Il palinsesto estivo

In merito al secondo punto, dopo un’appassionata discussione, è stata evidenziata la necessità
di organizzare, anche in linea di massima, un palinsesto comunale a tempo debito.
L’amministrazione dal canto suo asseriva l’impossibilità di poterlo fare in largo
anticipo per ragioni tecnico-amministrative. Il Coordinamento invece ha evidenziato che le
riunioni preventive sono propedeutiche per un’organizzazione ottimale cercando di evitare gli
accavallamenti degli eventi principali; in particolare nello stesso paese. In molti altri comuni
l’organizzazione del palinsesto comunale delle attività estive è una realtà.

“Noi ci auguriamo che – dice Zampaglione – lo diventi anche per il Comune di Montebello Jonico”.

Le conclusioni del Coordinamento Montebellese

Il contributo del Coordinamento è stato fondamentale e decisivo affinché quanto posto in essere si concretizzi con la nascita della Consulta delle Ass. del Comune di Montebello J.

La nascita del Coordinamento è stato un successo; grazie ad esso si è data la propulsione
necessaria per far partire l’iter per la realizzazione della Consulta Comunale. E lo stesso ha dato la possibilità di mettere in relazione le diverse realtà associative; facendole conoscere; mettendole a confronto e dare la possibilità di collaborare per degli obiettivi comuni. Una sinergia importate per lo sviluppo sociale e culturale della nostra area.

Il Coordinamento resterà quindi vigile sui punti trattati e sarà pronto ad intervenire.