Condofuri, amministrazione comunale non rinuncerà al suo Alberghiero

Condofuri, amministrazione comunale non rinuncerà al suo Alberghiero

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato del Sindaco di Condofuri, Salvatore Mafrici, e dell’Amministrazione Comunale:
 
“L’Amministrazione Comunale, a conoscenza dello sciopero generale indetto per il giorno 20 aprile 2017 sul tema “Difendi l’Istituto Alberghiero”, comunica che sarebbe stata come sempre ben aperta ad un confronto diretto con i rappresentanti degli Studenti presenti alla manifestazione, ma, sempre per lo stesso giorno (ore 12), è previsto un nuovo incontro del tavolo tecnico – istituzionale presso la Città Metropolitana di Reggio Calabria, alla presenza di tutti i rappresentanti degli Enti coinvolti, che quindi vedrà impegnati in prima linea il sottoscritto Sindaco, gli Assessori competenti nonché i tecnici comunali, oltre agli altri soggetti interessati.
 Obiettivo dell’incontro è avviare la fase operativa per il trasferimento degli studenti dall’attuale immobile sulla SS 106 Ionica, sul quale, in seguito alle richieste di approfondimento tecnico d’ufficio avviate dalla Procura della Repubblica di Reggio Calabria, sono emerse allo stato irregolarità tecnico-amministrative tali da renderlo inidoneo ad ospitare la scuola, alle strutture nel frattempo individuate per far fronte allo stato di emergenza venutasi a creare. Nell’immediato è stato, quindi, necessario ricorrere a soluzioni provvisorie e temporanee, utilizzando un edificio comunale sempre a Condofuri (l’edificio scolastico in c.da Lugarà) e alcuni spazi presenti presso l’edificio scolastico sede dell’Istituto comprensivo “Euclide” a Bova Marina, al solo fine di consentire agli alunni la conclusione dell’anno scolastico in corso nonché garantire meno disagi possibili agli stessi ragazzi, ai loro insegnanti, al personale addetto ed alle famiglie coinvolte. Il tutto sarà oggetto di ulteriori valutazioni sempre presso il predetto tavolo tecnico-istituzionale in vista della piena ripresa delle attività scolastiche per il prossimo anno, a partire da settembre 2017.
 
L’Amministrazione vuole essere chiara e decisa anche in questa occasione, così come lo è stata durante la fase (troppo lunga) di attesa dell’avvio dei lavori per la costruzione del nuovo edificio. Preme ricordare, in questa sede, che il Sindaco e l’Amministrazione comunale soltanto denunciarono, in quel caso, gli ostacoli frapposti dagli interessi dei privati che stavano tentando di frenare l’avvio dei lavori e non si ricordano all’epoca cortei e scioperi di protesta in tal senso, anzi ben altre iniziative di segno opposto, portate anche in Consiglio comunale, da parte di Consiglieri comunali di Minoranza, oggi in prima linea nell’organizzazione di questa Assemblea pubblica.
Si tratta, evidentemente, di una problematica che oggi investe l’Amministrazione Comunale (senza sua responsabilità alcuna) e rispetto alla quale l’Amministrazione intende assumere sin da subito una posizione netta, chiara e soprattutto di responsabilità nell’interesse esclusivo e superiore degli alunni e della Scuola tutta.

 Siamo ben consapevoli che il problema in discussione crea disagio innanzitutto agli alunni ed in particolare a quelli chiamati agli esami conclusivi, momento più delicato dell’anno scolastico. E’ per questo che, sin da subito, abbiamo deciso di coinvolgere in ogni decisione la Dirigente Scolastica ed i rappresentanti degli insegnanti e degli studenti, che più di tutti sono portatori delle esigenze della Scuola e con essi abbiamo condiviso riflessioni e determinazioni e così sarà anche per il futuro. Purtroppo, anche in questo caso, come in tanti altri in passato, siamo di fronte ad una problematica che indubbiamente coinvolge tutto il nostro territorio e che richiama tutti al senso di responsabilità e non a polemiche prive di fondamento.

Il nostro messaggio è di continuare, anche in questo momento di difficoltà, sulla strada della coesione costruttiva attraverso cui in questi anni, con il laborioso impegno di Dirigente ed insegnanti, con la collaborazione di Associazioni ed Attività produttive locali, si è riusciti a difendere l’Istituto Alberghiero che, a differenza di tante altre Scuole, ha visto incrementato il numero dei propri studenti, con grande soddisfazione.
In particolare ai ragazzi che frequentano l’Alberghiero ci sentiamo di manifestare tutto il nostro apprezzamento per la premura e l’attenzione verso la scuola che oggi non garantisce più la sicurezza necessaria, nostro primo pensiero. A loro assicuriamo che anche la nostra attenzione è altissima, per cui li invitiamo a diffidare dalle “voci di strada” o di chi volesse strumentalizzare questa situazione per fini personali. Il nostro è, invece, un invito a collaborare e perseguire assieme le soluzioni già avviate al fine di agevolare la conclusione di quest’anno scolastico.

Oggi non resta che compiere l’ultimo sforzo, l’ultimo tratto di strada per poter finalmente donare all’Istituto, ai suoi alunni, agli insegnanti ed a tutto il personale, una Scuola nuova e l’unico modo per arrivare alla meta è il dialogo ed il confronto responsabile, sempre disponibili con Voi a tenerlo vivo ed aperto, con la consapevolezza che l’obiettivo finale è lo stesso per tutti!”.

Commenti

a noi piacciono i commenti
Non ci sono commenti puoi essere tu il primo commenta questo post!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *