Bilancio Melito approvato tra le polemiche

Bilancio Melito approvato tra le polemiche

Bilancio Melito Porto Salvo (Reggio Calabria) approvato tra le polemiche. Svolto nei giorni scorsi il consiglio comunale di Melito di Porto Salvo. Il Sindaco, Ing. Giuseppe Meduri, aveva convocato un nuovo Consiglio Comunale con otto punti all’ordine del giorno.

Bilancio Melito approvato: le polemiche

Tra numerose polemiche è stato approvato anche il bilancio di previsione nonostante le opposizioni del Gruppo di Minoranza “Una città da #cambiare”, “Melito Cambia” e dei dissidenti di “Area grecanica futura per Melito”, che al momento del voto finale hanno abbandonato l’aula consiliare. Gli esponenti, contrariati, hanno lamentato “gravi irregolarità omissive, amministrative e contabili”. Motivi che li hanno spinti a non partecipare alla votazione. Da registrare l’astensione del consigliere dissidente Rocco De Pietro.

Opere triennali

L’assise ha provveduto ad approvare tutti gli altri punti all’ordine del giorno. Tra questi ottiene l’approvazione anche il piano triennale delle opere pubbliche, il piano di ricognizione e valorizzazione del patrimonio immobiliare del Comune e il piano dei beni da alienare.

L’assessore Patrizia Crea ha posto l’accento sulla riqualificazione del Lungomare dei Mille, finanziata con 500.000 euro dei “Patti per il Sud”; inoltre la ricostruzione dell’edificio scolastico di Prunella; ed ancora, la riqualificazione ed efficientamento della rete fognaria; la manutenzione straordinaria della rete stradale del centro cittadino.

Nuovo presidente del Consiglio comunale

Finalmente, dopo vari tentativi e rifiuti, il consiglio comunale ha un nuovo Presidente, si tratta di Claudio Costarella. Quest’ultimo è stato eletto grazie al contributo determinante per raggiungere la Maggioranza, del consigliere R. De Pietro. Singolare invece, l’indicazione del vicepresidente del Consiglio, Domenico Scambia (Melito Cambia), da parte del Sindaco G. Meduri. La scelta infatti, doveva essere operata dalla Minoranza che però aveva già abbandonato i lavori del Consiglio.

Avendo preso atto dell’indicazione da parte del Sindaco, il consigliere Scambia, di concerto con la capogruppo, deciderà quindi se accettare questo possibile nuovo ruolo.