Associazione “Nuovi Confini”, incontro con i cittadini

Associazione “Nuovi Confini”, incontro con i cittadini

L’Associazione “Nuovi Confini” Borgate Sant’Elia – Tegani ha incontrato i cittadini. Tante le segnalazioni da parte dei presenti.

Associazione “Nuovi Confini” – Riunione pubblica

Nel tardo pomeriggio di sabato, presso la stradina antistante l’ex asilo della contrada Tegani, l’Associazione “Nuovi Confini” Borgate Sant’Elia – Tegani, nel corso di una riunione pubblica alla quale erano presenti circa venti cittadini, si è presentata ufficialmente alla cittadinanza.
Il presidente Fortunato “Alvin” Tripodi e i vicepresidenti Giuseppe Zema e Giuseppe Romeo, hanno spiegata ai presenti le finalità e gli scopi della nuova realtà associativa.
Il Comitato Sant’Elia – Tegani, nella persona del suo presidente Totò Perpiglia, ha fatto il punto della situazione sulle prossime iniziative, con uno sguardo a quello che, negli ultimi anni, si è fatto.

Le segnalazioni dei cittadini

Anche i cittadini presenti sono intervenuti attivamente durante l’incontro e lo hanno fatto segnalando le varie problematiche. Su tutte, l’insufficienza di pubblica illuminazione lungo la via Provinciale per Montebello, arteria che, di fatto, attraversa l’intera borgata Tegani.
Si è segnalato anche il problema degli incendi, acuito dall’inosservanza delle ordinanze che imporrebbero ai proprietari di terreni la pulizia degli stessi; soprattutto in vista della stagione estiva.
Un altro problema molto sentito ed atavico, è quello emerso in relazione alla completa assenza di uno spazio pubblico di aggregazione; oltre che di eventi e/o avvenimenti che, durante l’anno, possano incrementare il senso dell’essere parte di una comunità.
La discussione è poi proseguita con l’analisi di una serie di criticità che attanagliano l’area di maggiore estensione di cui Tegani è parte integrante. Si è quindi trattato del Porto, dell’area industriale ex Liquichimica, oltre che dei Laghetti.

Altre problematiche

La cittadinanza, poi, ha segnalato ulteriori problematiche: la sporcizia e l’incuria in cui versa la borgata; con sterpaglie, erbaccia e vegetazione varia che infesta gran parte del paese, anche e soprattutto lungo i margini della strada Provinciale Sant’Elia – Fossato.
In tanti si sono lamentati per la mancanza di opere di profonda disinfestazione e derattizzazione che, oramai da anni, non sono eseguite in paese. Questa mancanza causa la presenza di vari insetti e roditori, di ogni genere e tipo.
Anche la cittadinanza di Tegani ha manifestato indignazione per la mancanza di accesso alla spiaggia di Sant’Elia; segnalando anche la presenza degli scoli delle acque in uscita dal depuratore di Melito Porto Salvo, che si riversano lungo la fiumara Sant’Elia per sfociare nella spiaggia a ridosso del muro del Porto.

L’Associazione ed il Comitato si faranno portatori delle istanze e delle segnalazioni affidate dalla cittadinanza. Ed a breve metteranno in campo, assieme a quanti vorranno prenderne parte, tutte le iniziative che si riterranno più efficaci.