TOP MENU
CALABRIA IN CIFRE
ITINERARI & TURISMO
GUARDA DOVE SIAMO
LOCALITA'
CASTELLI
CUCINA CALABRESE
MUSEI & ARCHEOLOGIA
MANIFESTAZIONI & EVENTI
NOTIZIE & STAMPA
FOTO
TARANTELLE
DETTI CALABRESI
CULTURA CALABRESE
LINK
CONTATTACI
PUBBLICIZZATI
SEGNALACI UN EVENTO
MANDACI DEI CONSIGLI
LEGGI LA POSTA
AZIENDE
AGRICOLTURA
NEWS DAL MONDO AGRICOLO
BERGAMOTTO
PREZZIARIO REGIONALE
GUIDE L'AGRICOLTURA
PRODOTTI TIPICI
SPORT
NEWS DALLO SPORT
FC MELITESE
RADIO CALABRESI
RADIO STUDIO 95
RADIO MELITO
RADIO TURING 104
RADIO VENERE
STADIO RADIO
GOCHI FREE
TUTTI I GIOCHI DA SCARICARE
GIOCHI FLASH ON LINE
GDR L'ISOLA DEI VIAGGI
TOP FREEWARE
PROGRAMMI FREE
SFONDI PC
SUONERIE CEL FREE
MANUALI
UTILITA'&OPPORTUNITA'
CURRICULUM ON LINE
UNIVESITA' CALABRESI
VARIO
NORME DI PRIMO SOCCORSO
BARZELLETTE
ALLEGATI ALLE MAIL
AFORISMI
FRASI X OGNI OCCASIONE
CARTINE STRADALI
DISEGNI DA COLORARE
PREGHIERE
RUBRICHE NAZIONALI
A COME AMBIENTE
NOTIZIE DAL GOVERNO
GUIDA ALLA NORMATIVA FISCALE
 
HOME
 
AGRONOMIA
Avena
Nome comune delle piante erbacee della famiglia delle graminacee incluse nel genere Avena, nonché delle cariossidi (chicchi) commestibili che esse producono. Si tratta di circa 25 specie, ampiamente coltivate a scopo alimentare nei climi temperati più freschi. Le varietà utilizzate in agricoltura furono selezionate circa 4500 anni fa a partire da specie selvatiche, da coltivatori europei e mediorientali.

Chicchi di avena maturi Esistono circa 50 specie diverse nella famiglia delle poacee, coltivate in Europa e nel Medio Oriente da oltre 4500 anni. Se ne utilizzano le cariossidi, destinate all'alimentazione dell'uomo e del bestiame, ma anche il resto della pianta, sfruttato come cibo per gli animali da allevamento. Dalla pellicola delle cariossidi si ricava inoltre il furfurolo, un solvente chimico impiegato in diversi processi di raffinazione industriale.Oxford Scientific Films

I chicchi di avena vengono destinati all’alimentazione umana o animale; le piante verdi sono spesso messe a fieno, immagazzinate nei silos e utilizzate come foraggio, mentre le piante essiccate costituiscono un ottimo materiale da lettiera per il bestiame. L'avena rappresenta un'importante coltura da rotazione nelle aziende agricole che dispongono di bestiame e di terreno arabile.

2 DESCRIZIONE

Le diverse specie di avena presentano il tipico fusto erbaceo delle graminacee, detto culmo, cavo e sottile e suddiviso in diversi internodi. Le foglie sono sottili e allungate, a nervature parallele, avvolte a guaina intorno al culmo in modo da ricoprire un intero internodo ciascuna. Dai fiori, riuniti a gruppi di 2 o 3 in infiorescenze lasse a spighette, si sviluppano le cariossidi, vale a dire frutti secchi e indeiscenti, ricchi di amido. Le glumette, le brattee che avvolgono le cariossidi, si prolungano in due caratteristiche ariste sottili.

3 CARATTERISTICHE COLTURALI

L’avena viene generalmente seminata all'inizio della primavera e raccolta in piena o tarda estate; nelle regioni meridionali dell'Europa e del Nord America può essere seminata anche in autunno. La specie più diffusamente coltivata è Avena sativa, mentre Avena fatua, nota con il nome comune di avena folle, è considerata una pianta infestante difficile da eliminare, che cresce in Europa, nel Nord America e in Asia.

4 CARATTERISTICHE NUTRIZIONALI

Al momento del raccolto i chicchi d'avena consistono di cariossidi (frutti) altamente digeribili avvolte da un tegumento non digeribile. Rispetto ad altri cereali, l'avena integrale produce un alimento ricco di proteine (12%), grassi (7%), fibre (dal 12 al 14%) e carboidrati (circa 64%). Rispetto alle varietà comuni fino a qualche tempo fa, quelle attualmente coltivate hanno rese più elevate e sono più ricche di proteine e di sostanze energetiche; sono, inoltre, più resistenti alla ruggine, ai virus e alle aggressioni di insetti. Se consumata sotto forma di cereali ottenuti dai chicci tostati, l'avena è un'ottima fonte di proteine e di tiamina o vitamina B1.

5 PROPRIETÀ E VALORE ECONOMICO

L’avena contiene antiossidanti che impediscono ai cibi grassi di irrancidire; per questa proprietà, viene generalmente usata come additivo di diversi cibi e nella produzione delle carte in cui si avvolgono gli alimenti. Uno dei principali prodotti industriali ottenuti da questo cereale è il furfurolo, una sostanza chimica derivata dal tegumento della cariosside, utilizzata come solvente in alcuni processi di raffinazione industriale. Inoltre, l’avena viene impiegata in distilleria per la produzione del whisky.

All'inizio degli anni Novanta la produzione mondiale di avena ammontava a circa 350 milioni di quintali all’anno. I principali produttori erano la Russia, il Canada, gli Stati Uniti e la Germania.

Classificazione scientifica: Avena è un genere della famiglia delle graminacee, ordine poali, classe monocotiledoni, divisione angiosperme. L'avena comune è classificata Avena sativa, l'avena selvatica Avena fatua.

 
TORNA A : NEWS DAL MONDO AGRICOLO
in collaborazione con Ciccio il Gigante Buono
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
   
 
  Cos'è l'agricoltura biologica
  Controllo e certificazione
  Sostegno delle aziende agricole biologiche
  Associazioni ed Organismi di Controllo e Certificazione relativi alle produzioni alimentari ottenute con metodo biologico in conformità al regolamento CEE 2092/91:
  Cosa bisogna fare per ricevere i contributi previsti dalla normativa
  Bergamotto
 
 
 
FOTO
 
 
Grazie a tutti quelli che fino ad oggi hanno visitato il sito ed hanno dato buoni  consigli per l'ampliamento ed il miglioramento del servizio !
Nta Calabria Copyright 2001 (ntacalabria) Tutti i diritti riservati